70° SETTIMANA LITURGICA NAZIONALE: MONS. GIOMBANCO (DIOCESI PATTI): “SENZA SANTITÀ L’ORIZZONTE UMANO E CRISTIANO SI RESTRINGE”

La seconda giornata della 70aSettimana Liturgica Nazionale che si sta svolgendo a Messina (26-29 agosto) si è conclusa ieri con la visita guidata presso tre centri della città di Messina che custodiscono e irradiano percorsi di santità legati a tre figure esemplari che li hanno incarnati nella loro vita: l’evangelizzazione in riferimento a S. Antonio di Padova (chiesa S. Francesco all’Immacolata); la contemplazione in riferimento a S. Eustochia Smeralda Calafato, clarissa messinese (monastero di Montevergine); la carità, in riferimento a S. Annibale Maria di Francia, sacerdote messinese e apostolo della preghiera per le vocazioni (basilica santuario di Sant’Antonio).

Oggi, al mattino, i partecipanti si sono trasferiti a Tindariper la visita guidata alla basilica santuario mariano. A seguire la S. Messa presieduta da mons. Guglielmo Giombanco, vescovo di Patti e delegato CESi per i seminari e le vocazioni. Il pastore della chiesa pattese, durante l’omelia, ha richiamato come la liturgia sia sorgente di grazia e santificazione per tutta la chiesa e, pertanto, come debba essere vissuta nella sua verità, bellezza e stupore. In questo percorso, tutto il popolo di Dio contempla in Maria la bellezza della santità generata dalla fede, alimentata dall’ascolto orante della Parola e vissuta nella verità dell’amore. “Se viene meno la tensione alla santità – ha sottolineato mons. Giombanco – l’orizzonte umano e cristiano si restringe, il divario tra vangelo e storia si allarga e rimane invalicabile il fossato tra fede e vita”.

Il pomeriggio proseguirà con l’intervento di mons. Giuseppe Busani, docente di liturgia presso il Collegio Alberoni di Piacenza, su “Forme della liturgia e santità del cristiano nella storia”; e con la comunicazione di sr Elena Massimi, docente aggiunto di teologia sacramentaria presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” di Roma, su “Il desiderio di una liturgia viva: giovani e liturgia”. Si concluderà con la celebrazione dei vespri presieduta da mons. Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania e presidente della CESi.

In serata è previsto in cattedrale il concerto di Giuseppe Liberto, “Fate questo in memoria di me” (elaborazione e testi a cura di Domenico Messina), ensemble Corale Polifonica San Nicolò – Cappella Musicale del Duomo di Messina – Coro Note Colorate, Orchestra d’archi del Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina, sotto la direzione del M° Berrini.

Sul sito www.70settimanaliturgicanazionalemessina.itsono disponibili le foto dei vari momenti, inclusa la mattinata al Tindari. Si prega di dare massima diffusione al Comunicato.

Messina, 28 agosto 2019

don Marcello Pavone

Delegato Rapporti Stampa per la 70° Settimana Liturgica Nazionale

tel. 338.7177608 – e-mail p.marcello_th_lit@email.it

 

don Piero Di Perri Santo

Direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali

tel. 090.6684203 – cell. 340.3549035 – e-mail ufficiocomunicazionisociali@diocesimessina.it

 

Comunicato del 28/08/2019 ore 12.30, n. 19/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *